Chi siamo

Il Laboratorio di Ricerca e Sperimentazione per la Difesa delle Coste (LIC) è stato realizzato per iniziativa di docenti e ricercatori del Dipartimento d'Ingegneria delle Acque del Politecnico di Bari ed è stato avviato alle attività nel febbraio 2001.

struttura LIC Il Laboratorio, unico in Italia, occupa una superficie coperta di circa 12500 mq e possiede due vasche della larghezza di 50 m; la prima vasca, profonda 1,2 m e lunga 90 m, è utilizzata per la realizzazione di modelli di dinamica costiera, la seconda profonda 3,0 m e lunga 30 m è utilizzata per la realizzazione di modelli off-shore. Il moto ondoso è generato da un battionde modulare capace di generare un fronte d'onda di circa 30 m. Completano il Laboratorio una palazzina uffici, un centro di calcolo e officine di supporto. Il Laboratorio è dotato di strumentazioni all'avanguardia per il rilievo e l'acquisizione delle principali grandezze fisiche della modellistica costiera (quali rilevatori del moto ondoso, della profondità dei fondali, della velocità, della pressione, del trasporto solido ecc.).

struttura LIC Il LIC è stato realizzato con fondi del Programma Operativo Plurifondo Puglia; inizialmente, con il D.R. 29/10/90 n. 6155, fu inserito nel Cofinanziamento con fondi strutturali CEE-REG. CEE n. 20522/68 e 4253/88 Sottoprogramma 6 Misura 6.3., e successivamente, per il completamento, nel POP Puglia 1994-99. La realizzazione del LIC fu avviata per incentivare le ricerche sulla difesa e gestione delle coste, tematica di notevole interesse nazionale, per le aree del mediterraneo e per la Regione Puglia, nella quale vi sono circa 900 km di costa.

strumentazione LIC Tale spirito veniva espresso nella Convenzione stipulata tra la Regione Puglia e il Politecnico di Bari all'atto del finanziamento, approvata dalla Giunta Regionale con delibera n. 5528 del 23/12/1993. In essa, tra l'altro, si conveniva che: " Per l'attuazione di programmi di ricerca comune, secondo le esigenze del Laboratorio, la Regione potrà staccare presso lo stesso personale proprio(art. 13);… La Regione Puglia s'impegna ad utilizzare il Laboratorio per le proprie attività che rientrano nelle finalità specifiche del Laboratorio: tali collaborazioni saranno regolate da apposite convenzioni che si stipuleranno di volta in volta a tariffe agevolate (art. 14); … La Regione Puglia potrà finanziare borse di studio da concordarsi sulla base di ricerche comune (art. 15)."